Home

Storia e finalità

Il COMITATO per la Pari Opportunità costituito presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ancona ha lo scopo di favorire l’accesso alla libera professione, alla formazione e qualificazione professionale delle donne, nonché di promuovere la rimozione dei comportamenti discriminatori e di ogni altro ostacolo che limiti di fatto l’uguaglianza sostanziale tra uomini e donne nella professione forense, valorizzando nel contempo la differenza di genere.
Il Consiglio dell’Ordine deliberò nel giugno del 2009 la costituzione del Comitato in via transitoria mediante approvazione dello Statuto, proposto nel dicembre del 2007 da due Consigliere dell’Ordine, ed a seguito di ulteriore petizione promossa da un gruppo spontaneo di Colleghe interessate a farvi parte, sottoscritta da numerosi sostenitori.
Nel giugno 2011 il COA ha deliberato l’approvazione, con modifiche, del regolamento elettorale del CPO e l’8 marzo del 2012 si sono svolte le prime elezioni del CPO.
Il Comitato conta 11 componenti, di cui 8 eletti dagli iscritti all’Albo degli Avvocati e 3 nominati dal Consigli dell’Ordine degli Avvocati (di cui uno iscritto al registro dei praticanti avvocati).
Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ancona ha, altresì, nominato un proprio referente per i rapporti fra Consiglio e CPO.
Il Comitato si riunisce periodicamente con partecipazione aperta a chiunque fra gli iscritti sia interessato.
Il Comitato mantiene relazioni con gli altri comitati e commissioni istituiti nella Regione, e con la Coordinatrice per la macro - area del Centro per la Commissione P.O. del CNF.
Il Comitato ha, altresì, mantenuto e coltivato i rapporti con le Consigliere di Parità della Provincia di Ancona, e della Regione Marche, nonchè con la Commissione Pari Opportunità del CNF, con l’Osservatorio per le Pari Opportunità dell’Oua, e la Commissione Pari Opportunità della Cassa Forense.
Un membro del Comitato rappresenta stabilmente il Comitato nel CPO del Consiglio Giudiziario presso la Corte di Appello di Ancona.